Oscar, vince la prima regista donna ma premiati anche due italiani

Raffica di statuette per "The Hurt Locker" di Kathryn Bigelow. Bene anche il Belpaese, con i riconoscimenti a Mauro Fiore e Michael Giacchino
Caltanissetta, Archivio

Los Angeles. Si è ufficialmente conclusa al Kodak Theatre di Los Angeles l'82° edizione degli Academy Awards. Sorpresa della serata condotta da Steve Martin, giunto alla sua terza volta, e Alec Baldwin, la vittoria della prima regista donna nella storia degli Oscar, Kathryn Bigelow per “The Hurt Locker”. Un riconoscimento che arriva proprio nella Giornata internazionale della donna. Premiati anche i due italiani Mauro Fiore e Michael Giacchino, rispettivamente come Miglior fotografia in “Avatar” il primo e Miglior colonna sonora per “Up” il secondo. Delusione invece per il kolossal 3D di James Cameron.
Ecco tutti i premi.
MIGLIOR FILM: “The Hurt Locker”
MIGLIOR REGIA: Kathryn Bigelow “The Hurt Locker”
MIGLIOR ATTORE: Jeff Bridges “Crazy Heart”
MIGLIOR ATTRICE: Sandra Bullock “The Blind Side”
MIGLIOR ATTORE NON PROTAGONISTA: Christoph Waltz “Bastardi senza gloria”
MIGLIOR ATTRICE NON PROTAGONISTA: Mònique “Precious”
MIGLIOR SCENEGGIATURA ORIGINALE: Mark Boal “The Hurt Locker”
MIGLIOR SCENEGGIATURA NON ORIGINALE: Geoffrey Fletcher “Precious”
MIGLIOR FILM D'ANIMAZIONE: “Up”
MIGLIOR FILM STRANIERO: “El Secreto de Sus Ojos” (Argentina) di Juan José Campanella
MIGLIOR SCENOGRAFIA: Rick Carter, Robert Stromberg e Kim Sinclair “Avatar”
MIGLIOR FOTOGRAFIA: Mauro Fiore “Avatar”
MIGLIORI COSTUMI: Sandy Powell “The young Victoria”
MIGLIOR MONTAGGIO: Bob Murawski e Chris Innis “The Hurt Locker”
MIGLIOR TRUCCO: Barney Burman, Mindy Hall e Joel Harlo “Star Trek”
MIGLIOR COLONNA SONORA: Michael Giacchino “Up”
MIGLIOR CANZONE ORIGINALE: “The Weary Kind” di Ryan Bingham e T.Bone Burnett “Crazy Heart”
MIGLIOR MONTAGGIO SONORO: Paul N.J. Ottosson “The Hurt Locker”
MIGLIOR SUONO: Paul N.J. Ottosson e Ray Beckett “The Hurt Locker”
MIGLIORI EFFETTI SPECIALI: Joe Letteri, Stephen Rosenbaum, Richard Baneham e Andrew R. Jones “Avatar”
MIGLIOR DOCUMENTARIO: “The Cove” di Louie Psihoyos e Fisher Stevens
MIGLIOR CORTO DOCUMENTARIO: “Music by Prudence” di Roger Ross Williams e Elinor Burkett
MIGLIOR CORTO ANIMATO: “Logorama” di Nicolas Schmerkin
MIGLIOR CORTO D'AZIONE: “The New Tenants” di Joachim Back e Tivi Magnusson

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X