Solunto Film Festival, i premiati

Riconoscimenti per due documentari alla giornalista Melinda Zacco e a Maurizio Marzolla

PALERMO. Uno sguardo agli antichi mestieri del mare e alle tradizioni marinare della Sicilia. Ma anche una descrizione dei rapporti indissolubili che caratterizzano i cittadini meridionali.
Due temi al centro dei cortometraggi vincitori della quinta edizione del Solunto Film Festival, rassegna internazionale di cinema, arte e musica dal mare, organizzata dall'Itinerario culturale Rotta dei Fenici e dal Comune di Santa Flavia. Il premio “open”, riservato a un documentario a tema libero, è stato vinto dalla giornalista Melinda Zacco con una puntata della trasmissione “Conoscere e vivere”, da lei ideata e condotta, in onda su Tgs e prodotta dall’associazione culturale Pittographiae. L’autrice ha ripercorso le vicende della Tonnara Florio di Favignana, realizzando una carrellata sui siti e sui monumenti che hanno maturato la loro storia grazie ad avvenimenti legati al mare.
Ad aggiudicarsi, invece, il premio per la sezione “L’uomo, il mare ed il mondo subacqueo” è stato con il documentario dal titolo “Mare”, Maurizio Marzolla. Nel video, ambientato a Chianalea di Scilla (Rc), le immagini fanno da coreografia alle descrizioni del sud, contenute nel libro "Pensiero Meridiano" di Franco Cassano. Alla manifestazione hanno partecipato 16 opere, caratterizzate dalle diverse forme di relazione possibili fra le attività dell’uomo e gli elementi dell’ambiente marino, comprese le riprese subacquee.
Fi.Pas.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X