Petrolio in mare a Gela, aperta un'inchiesta

Proviene probabilmente da una tubazione dell’impianto Topping, situato
all’interno della Raffineria di Gela, la perdita di greggio che si è
riversato questa mattina nella foce del fiume Gela raggiungendo il
mare e la spiaggia.
La Capitaneria di Porto ha mobilitato le imbarcazioni antinquinamento
che hanno disteso le panne galleggianti per impedire al petrolio di
espandersi nelle acque attorno alla foce del fiume e, con le idrovore
lo stanno recuperando a bordo dei natanti appositamente attrezzati. La
situazione sembra sotto controllo.
Mobilitate le squadre della sicurezza aziendale.
All’interno dell’impianto Topping, operai e tecnici della
manutenzione hanno bloccato la perdita e stanno cercando di appurare
la causa che l’ha determinato. Un’indagine è stata avviata dalla
direzione aziendale.
La procura della Repubblica del tribunale di Gela, informata
dell’episodio, ha aperto un’inchiesta (servizio a cura di Donata Calabrese).

© Riproduzione riservata

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X