QUALIFICAZIONI

Rally di Caltanissetta reso affascinante dalla lady Viviana Martorana

di
Sabato il via alla dodicesima edizione del Rally di Caltanissetta, valido per la qualificazione alla finale di Coppa Italia sesta zona.

Un velo di entusiasmo e commozione, quello registratosi sabato sera in piazza Garibaldi, ha ufficialmente dato il via alla dodicesima edizione del Rally di Caltanissetta, valido per la qualificazione alla finale di Coppa Italia sesta zona. L'eccezionale location della partenza e dell'arrivo, ospitata dinanzi Palazzo del Carmine, ha catalputato l'attenzione di un folto pubblico e dei piloti presenti, prima della «Falsa partenza» data dall'assessore allo sport Marina Castiglione. L'ultimo evento motoristico della stagione nissena, organizzato dalla scuderia Caltanissetta Corse, presieduta da Giuseppe Lombardo, seppur con un ristretto numero di equipaggi partecipanti è malgrado l'assenza dei cosiddetti «big» del volante di questa specialità come quella di Di Benedetto, Runfola, La Rocca e altri. Assenze che ha lasciato il malcontento negli organizzatori in primis al direttore di gara Michele Vecchio.

 

Malgrado ciò, ieri, nel corso della disputa delle nove prove speciali lo spettacolo e le sorprese non sono di certo mancate. Nel rendere affascinante ed entusiasmante la gara ci hanno pensato proprio i giovani piloti emergenti locali, i quali hanno pensato bene di sfidare il favorito forte equipaggio locale composto da Roberto Lombardo e Alessio Spiteri, i quali sino ad oggi hanno vinto per quattro edizioni. E la sfida prontamente, ironia della sorte, una vera sorpresa del motorismo del capoluogo, arriva dal pilota Eros Doria (proviene dal mondo del motocross) e dalla navigatrice lady Viviana Martorana, a bordo di una Peugeot 207 Sumbeam super 2000, che sin dalla prima prova ha preso il comando della gara. Il giovane talento del volante ha saputo gestire la sua vettura dando al momento opportuno un assetto più duro.

 

I due "Devils" Roberto Lombardo ed Alessio Spiteri, purtroppo hanno dovuto rincorrere gli avversari, perchè nel corso della seconda prova (la Santa Caterina), hanno forato una ruota, accumulando così un ritardo di 50 secondi dal primo, ma alla quinta speciale sono riusciti nel prendersi la seconda posizione, a discapito dell'altro equipaggio nisseno composto da Salvatore Di Caro e Michele Castelli Michele che su Peugeot 106 Rally. Prestazione senza lode e senza infamie per la coppia Salvatore Vullo e Andrea Miccichè che a bordo della Peugeot 106 Rally, alla prima prova (Zona Lannari) hanno avuto dei problemi di assetto della vettura, poi alla sesta hanno sbattuto, ma malgrado ciò hanno ripreso la corsa. Buona prestazione dell'equipaggio del Motor tema Nisseno formato da Luca Bellia e Michele Bellomo su Peugeot.

 

Purtroppo non sono mancati i ritiri. Primo fra tutti quello che ha visto nella seconda prova coinvolto il pilota nisseno Marco Pilato, navigato da Marco Cusimano, perchè la sua Peugeot 106 è andata in tilt, o meglio noie meccaniche. La carrelalta dei ritiri ha visto l'uscita dell'equipaggio serradifalchese Davide Migliore in coppia con Andrea Spano, di quello mussomelese Salvatore Farina e Enzo Catania, dei nisseni Francesco Rizza e Francesco e Carmelo Occhipinto. Alla fine delle nove prove sono stati ventidue gli equipaggi giunto all'arrivo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X