TRIBUNALE

Caltanissetta, pericolo crolli: nuovi verbali

In aula direttore Iacp e 13 condomini di stabile in via Turati, mentre un’altra imputata ora è morta

CALTANISSETTA. Verbali a difesa agli atti del fascicolo e testi ammessi al processo a quattordici imputati per il pericolo crolli in una palazzina di via Filippo Turati. In realtà una donna che era stata chiamata alla sbarra è deceduta in attesa di procedimento. Così sono rimasti in tredici, ovvero il direttore dello Iacp, Carmelo Venti e gli abitanti di una palazzina in via Turati, Alessandra Antonia Baudo, Maria Bonelli, Giovanna Lacagnina, Massimo Talluto, Rosa Pasqualetto, Salvatore Giarratana, Francesco Vittorio Romano, Giuseppina Ferla, Angelo Toscano, Anna Maria Romano, Rosaria Lombardo e Michela Benvissuto (difesi dagli avvocati Ernesto Brivido, Walter Tesauro, Pietro Milano, Dario Giambarresi, Boris Pastorello, Fabio Giorgio e Giuseppe Guastaferro).
Sono stati chiamati a rispondere di concorso in omissione di lavori in edificio. È sull’onda di una ispezione effettuata cinque anni fa da tecnici di palazzo del Carmine che sono emersi problemi. Legati alle precarie condizioni della struttura nella parte esterna. Con, in particolare, intonaco e sottobalconi in condizioni fortemente precarie. Non una questione puramente estetica ma, piuttosto, con il pericolo della caduta anche di grossi calcinacci - secondo i rilievi effettuati dai tecnici - tali da creare potenziali pericoli per l'incolumità pubblica.

ALTRE NOTIZIE SUL GIORNALE DI SICILIA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook