GELA

L’olio di palma al posto del petrolio: la Raffineria non ferma l’attività

di
Nell’Aula consiliare del Comune è stato Carlo Guarrata, amministratore delegato della locale fabbrica del colosso energetico Eni a introdurre l’avvio del progetto di riconversione che sarà integralmente formalizzato con la sottoscrizione del piano industriale il 6 novembre prossimo al Mise

GELA. La Raffineria Gela (Ra Ge) continuerà a raffinare ma olio di palma invece di petrolio. Non ci sarà un depauperamento del volano economico locale. Molte famiglie continueranno a essere mantenute nei loro luoghi di origine.

Nell’Aula consiliare del Comune è stato Carlo Guarrata, amministratore delegato della locale fabbrica del colosso energetico Eni a introdurre l’avvio del progetto di riconversione che sarà integralmente formalizzato con la sottoscrizione del piano industriale il 6 novembre prossimo al Mise, ministero dello Sviluppo Economico. In città a fare gli onori di casa è stato il sindaco Angelo Fasulo insieme al presidente del consiglio comunale Giuseppe Fava, che hanno messo a disposizione il Comune alla terza commissione Attività produttive dell’Ars presieduta da Bruno Marziano.

 

ALTRE NOTIZIE NELL'EDIZIONE DI CALTANISSETTA DEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook