COMUNE

Il Consiglio comunale di Caltanissetta: un mutuo per pagare i debiti Ato

di
elle casse comunali, grazie a deliberazioni precedenti, sono stati accantonati negli ultimi anni circa dieci milioni di euro

CALTANISSETTA. Il consiglio comunale di palazzo del Carmine ha approvato nella seduta di fine anno la delibera di giunta di adesione al fondo di rotazione regionale per pagare il debito di circa 13 milioni di euro nei confronti dell'Ato maturato dal 2004 al 2012. Si tratta di crediti non riscossi iscritti al ruolo presso la Montepaschi Serit (e di altre società di riscossione per conto dell'Ato) riguardanti tutte quelle imposte relative al servizio rifiuti (Tarsu) non pagate da alcuni cittadini. Pertanto, per il principio di sussidiarietà, un credito dell'Ato diventa un debito per il Comune. L'accensione del mutuo è stato deliberato prima dall'amministrazione ed ratificato dal consiglio nella seduta di fine anno.

Una seduta sul filo di lana convocata dal presidente del consiglio Leyla Montanino su indicazione della conferenza dei capigruppo. Una seduta che si è consumata tra diverse considerazione e dichiarazioni da parte dei consiglieri di maggioranza e di opposizione, sull'opportunità o meno di accendere il mutuo deciso dall'amministrazione. Al di la delle polemiche, una cosa è certa: il capoluogo alla vigilia di Capodanno si svegliata imbiancata di neve e con un debito in più. Il comune è debitore dell'Ato per circa 13 milioni di euro anche se nelle case dell'amministrazione, grazie a deliberazioni precauzionali decise dal precedente Consiglio Comunale, si sono accantonati negli ultimi anni, per pagare i debiti accumulati nei confronti dell'Ato, circa dieci milioni di euro.

ALTRE NOTIZIE NEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X