EX GIL

A rischio l'apertura del museo delle Vare a Caltanissetta

di
A non convincere è la disposizione interna dei grandi gruppi sacri in una sede di quattrocento metri quadrati che solo adesso si scopre essere inadeguata

CALTANISSETTA. Questione di centimetri. Si gioca tutto su questo la battaglia per l'inaugurazione del museo delle Vare all'ex Gil. I detentori (o proprietari, non si è capito ancora bene) dei grandi gruppi sacri probabilmente avrebbero tutte le ragioni di questo mondo a tirare il freno e ritardare l'evento atteso da oltre vent'anni. A non convincere assolutamente è la disposizione interna delle Vare in una sede di quattrocento metri quadrati che solo adesso si scopre un pò inadeguata per essere considerata museo. La planimetria lascia ben pochi spazi all'immaginazione. Le Vare sono attaccate l'una con l'altra e per il visitatore risulterebbe difficile, per non dire impossibile, poterle ammirare da dietro. Difficoltà destinate ad aumentare se qualche Vara dovesse essere spostata per i più svariati motivi (manutenzione o altro).

Non ci sono spazi di manovra all'interno come non esistono locali dove poter smontare un gruppo ed effettuare pulizie o ritocchi. Rispetto all'attuale sede (il seminterrato di San Pio X) all'appello mancano più di cento metri quadrati senza contare gli altri locali della stessa parrocchia - grandissimi - che nel tempo sono stati trasformati in laboratorio. I centimetri di cui si parlava si stanno rivelando determinanti in una vicenda dai tempi davvero biblici dove tutti - sulla carta - sarebbero d'accordo per il trasferimento delle Vare all'ex Gil ma ad avanzare legittimi dubbi sono soprattutto i detentori (o proprietari) i primi a mostrare perplessità sulla nuova sede ultimata da quasi due anni e mai utilizzata. I lavori per il museo (o meglio l'adeguamento dello stabile ex sede del museo civico) sono costati un milione 100 mila euro, una cifra ragguardevole in tempi di magra come questi e adesso la Soprintendenza ha fatto intendere che i tempi del trasferimento dovranno essere strettissimi.

ALTRE NOTIZIE SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA OGGI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X