CARABINIERI

Raid violenti in abitazioni, scattano tre arresti a Gela

di
In carcere sono finiti tre pregiudicati accusati di avere fatto parte di una baby gang che seminava il panico in città e nei paesi vicini

GELA. Per due anni consecutivi, tra il 2011 e il 2013, avevano creato in città una psicosi del furto. Ieri, i carabinieri del Nor, del locale reparto territoriale, hanno arrestato i pregiudicati ventenni Klisman Rinzivillo e Vittorio Graziano Comes oltre alla quarantunenne Angela Terlati. Il provvedimento di cattura è scattato in esecuzione di un ordine emesso dall’ufficio esecuzioni penali della Procura presso il tribunale di contrada Giardinelli.

Dovranno scontare una pena complessiva di 21 mesi e 25 giorni. Pene che vanno ad aggiungersi a quelle degli altri componenti della banda che aveva creato situazioni di panico in città e costretto molte delle persone rapinate a ricorrere alle cure mediche ospedaliere. Proprio per la ferocia delle loro irruzioni. Erano state inflitte pene complessive di 17 anni, 3 mesi e 7 giorni, la settimana scorsa, a Carmelo Manuel Giorlando di 21 anni, Francesco Davide Scicolone, 24 anni, Giuseppe Iaglietti, 22 anni, e Antonino Raitano, di 24 anni. Erano stati arrestati da carabinieri nel corso dell’indagine denominata “Golden Boys”. Sono accusati di rapina aggravata e furti aggravati in concorso. I militari dell’arma erano riusciti ad arginare il pericoloso gruppo criminale autore di delitti contro il patrimonio che aveva esteso il raggio di azione anche nei paesini del comprensorio.

ALTRE NOTIZIE NEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X