IL CASO

Caltanissetta, trafugati 140 chili di rame al cimitero

di
Le incursioni dei ladri non accennano a fermarsi. Nel mirino sono finite le due imprese che stanno costruendo i nuovi loculi

CALTANISSETTA. Saccheggio senza fine al cimitero Angeli. Ed è sempre il rame ad essere l'obiettivo principale dei ladri capaci di fare il bello e il cattivo proprio nel luogo simbolo del silenzio e del raccoglimento. Le incursioni ladresche non si sono fermate neanche nel periodo festivo e hanno preso di mira per l'ennesima volta i cantieri a valle del camposanto dove quattro ditte sono impegnate nella realizzazione di migliaia di nuovi loculi. Nel mirino stavolta sono finiti i fili di rame delle attrezzature di due imprese; i ladri si sono impossessati dei cavi elettrici di una gru, in totale 140 chilogrammi del cosiddetto oro rosso. IL furto è stato scoperto subito dopo la festività del Capodanno e va ulteriormente ad arricchire uan casistica già piena di episodi analoghe in una struttura dove per i ladri entrare, saccheggiare cappelle gentilizie e poi uscire indisturbati è un gioco da ragazzi. Furti a tappeto insomma nella zona a valle del camposanto forse la più esposta - in assenza di controlli - alle razzie che ignoti stanno compiendo da quasi due anni per rubare il metallo sicuramente il più facile da piazzare nel sottobosco dei ricettatori.

ALTRE NOTIZIE SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA OGGI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X