NURSIND

Cardiologia, "reparto saturo e personale in tilt" a Caltanissetta

di
Osvaldo Barba: «Serve un confronto urgente fra azienda, il ”118” e i sindacati»

CALTANISSETTA. Cardiologia al collasso. Barelle nei corridoi, reparti e unità di terapia intensiva saturi all'inverosimile, personale sanitario ridotto ai minimi termini. La denuncia arriva dal segretario regionale del Nursind Osvaldo Barba. «La situazione è drammatica» ha rilevato il sindacalista che ha sollecitato un confronto "urgentissimo" con azienda e 118 e sindacati.

«Nonostante la condotta impeccabile e diligente del personale ausiliario, medico e infermieristico che continua a svolgere il compito di tutore della salute contro ogni logica di rapporto fra posti letto e personale in servizio - ha scritto Barba - rimangono delle emergenze mai risolte.In una struttura individuata come centro di alta intensità assistenziale - ha rincarato Barba - permane un solo medico di guardia H24 e, nella migliore delle occasioni, tre infermieri per turno con l'impossibilità di assicurare l'assistenza ai degenti in terapia intensiva con otto posti letto moinitorati e nel contempo gestire i trasferimenti di pazienti critici cardiologici provenienti da altre strutture non provviste di Utic ed Emodinamica. In un reparto che dovrebbe avere al massimo dodici posti letto di degenza ordinaria e otto di intensiva si arriva ad avere 29 pazienti con la collocazione degli esuberi in barelle nei corridoi. Una logica - ha concluso - che diventa fonte di disservizio e prolungato stress lavorativo che espone il personale a continui rischi».
ALTRE NOTIZIE NEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X