VERSO LE ELEZIONI

Giuseppe Di Dio si candida a sindaco di Gela

di
Domenica il leader di Articolo 4 apre la campagna elettorale, alla stessa ora incontro del Psi

GELA. Due liste a sostegno già pronte, nessun accordo con la sinistra e l’amministrazione Fasulo e l’indicazione dei sei assessori già al primo turno. Giuseppe Di Dio e Articolo 4 sono già pronti a scendere in campo per le amministrative di maggio. Le idee sono chiare e Di Dio lavora sotto traccia da almeno due mesi, incontrando decine di simpatizzanti. Domenica, a villa Peretti l’apertura della campagna elettorale. Di Dio è il primo ad aprire le danze ufficialmente, senza nascondersi e privo di alcun tentennamento. Sarà l’occasione per tracciare un bilancio delle attività svolte nel 2014, di dura opposizione alla giunta retta da Angelo Fasulo ma soprattutto di fare il punto sul programma per la candidatura a sindaco di Gela. Di Dio è il segretario provinciale di Articolo 4 e consigliere comunale. Dopo aver fatto l’assessore, il consigliere ed il presidente del Consiglio ha deciso di scommettere sulla poltrona più ambita, quella di sindaco. Non si candiderà al consiglio comunale. “Non ha più alcun senso fare il consigliere – dice – è arrivato il momento di provare veramente a cambiare questa città. Ho l’entusiasmo e l’appoggio di tante persone”.

Da quando è uscito allo scoperto di telefonate ne ha ricevute tante, compresi illustri esponenti politici (dal presidente Crocetta a Lumia) ma ha deciso di non rispondere a nessuno. E chi pensa che sia soltanto un modo per fare accordi al ballottaggio lui risponde: “Intanto presenterò subito i nomi dei 6 assessori, gli eventuali accordi potrà farli solo chi condividerà con noi il nostro programma".

 

 

 

 

 

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X