TRIBUNALE

Caltanissetta, maxi truffa allo Stato: sei condanne

di

CALTANISSETTA. Sei condanne per una presunta maxi truffa ai danni dello Stato. Le inflitte ieri il giudice Antonio Napoli che ha giudicato otto imputati tra imprenditori agricoli, allevatori, costruttori e professionisti. Tutti coinvolti in una vicenda giudiziaria legata a contributi che - secondo la tesi accusatoria - sarebbero stati indebitamente percepiti da tre aziende. È di 2 anni e 10 mesi - con prescrizioni di alcuni capi d’imputazione per tutti - la pena comminata a Giuseppe Lombardo, Patrizia Ornella Di Pasquale e l'architetto Michele Giovenco. Comminati 2 anni e 7 mesi ad Angelo Livecchi, Giuseppe Riggi e Salvatore Bellomo. Prescritte, invece, tutte le ipotesi accusatorie a carico di Calogero Lombardo. Mentre nei confronti di Luigi Lombardo gli atti sono stati ritrasmessi alla procura per nullità nel decreto di citazione in giudizio: per lui l’accusa non ha indicato alcun capo d’imputazione e lo stesso pm, nella requisitoria, si è sostanzialmente rimesso al giudice. Gli otto (assistiti dagli avvocati Salvatore Daniele, Sonia Costa, Danilo Tipo, Sergio Iacona, Michele Micalizzi ed Agata Maira) sono finiti in giudizio per rispondere, a vario titolo, di truffa ai danni dello Stato, evasione fiscale ed omesso versamento dell’Iva, con in più la contestata aggravante perché a farne le spese sarebbe stato l’Ispettorato provinciale per l’agricoltura. L’accusa aveva chiesto nei loro confronti sei condanne comprese tra un massimo di tre anni e un minimo di due anni.

ALTRE NOTIZIE SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA OGGI

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook