ECCELLENZA

Scillufo da solo ne fa 4, Sancataldese straripante contro il Serradifalco

di

SAN CATALDO. Con un tennistico 6 a 0 la Sancataldese archivia la ventitreesima di campionato e balza al secondo posto in classifica. A farne le spese il Serradifalco, sempre più schiacciato al penultimo posto e con la mente già condannato alla retrocessione. Ma, soprattutto, come dirà a fine partita mister Caramanna, «con dei calciatori forse non all’altezza dell’Eccellenza». E forse anche a causa «della voglia di riscattare la brutta sconfitta casalinga di due domeniche fa», come dirà, a fine partita, l’allenatore verdeamaranto Marcenò.

Di sicuro per merito di un grande Scillufo. Che nel derby nisseno con i cugini biancoazzurri cala il poker. Il primo gol dell’attaccante della Sancataldese coincide con il primo della partita. Quando, al 19’, Bello dalla sinistra crossa in area per la testa di Scillufo che, ben piazzato, manda in rete. Sette minuti prima, Bruno, su una respinta di Buscemi, a limite dell’area, aveva mandato alto sopra la traversa. Al 23’, invece, il solito Scillufo dalla destra, sul filo del fuorigioco, fa partire un bolide mirando all’angolino opposto, dove Buscemi, pur tuffandosi, non arriva. La sfera però centra il palo. Due minuti dopo, a fare entrare la palla in rete è, invece, Lo Grasso. Che si avventa su un cross di Scilllufo, che Buscemi non intercetta. Il 2 a 0, giunge secondi dopo il gol illusione di Sciacca che l’arbitro non assegna perché un suo collaboratore aveva alzato la bandierina del fuori gioco. Al 41’, invece, la giacchetta nera non da credito all’assistente di linea. Il rasoterra che Damico, quasi incredulo, fa partire, però, sfiora il palo.

ALTRE NOTIZIE NEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook