DIA

Mafia, sequestro da 2,5 milioni a un 61enne di Bompensiere

di
I sigilli sono stati apposti al “tesoretto” accumulato da Angelo Losardo, 61 anni di Bompensiere

BOMPENSIERE. Ammonta a 2 milioni e mezzo di euro, il patrimonio confiscato ad un personaggio di spicco di Cosa nostra del nisseno. I sigilli sono stati apposti al “tesoretto” accumulato da Angelo Losardo, 61 anni di Bompensiere. Il provvedimento è stato eseguito dalla Direzione Investigativa Antimafia di Caltanissetta ed è stato emesso dal Tribunale di Caltanissetta, sezione Misure di Prevenzione. Nel mirino sono finiti 22 immobili, 7 rapporti bancari, 4 attività economiche e 3 autoveicoli.

Losardo finì nei guai, nel lontano 1985, quando venne arrestato per associazione per delinquere di stampo mafioso e, successivamente, nel 1992, nell’ambito dell’operazione “Leopardo”. I collaboratori di giustizia lo indicano “uomo d’onore” di Cosa nostra delle famiglie mafiose di Bompensiere e Milena. Secondo gli inquirenti, il 61enne avrebbe gestito tutti gli appalti pubblici del territorio. Nell’aprile del 2011, venne arrestato nell’operazione antimafia  “Grande Vallone”. Losardo è stato sottoposto alla sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno per tre anni.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X