PROCURA

Santa Caterina, il caso dei tifosi "scalmanati": sette gli imputati

di

SANTA CATERINA. È un piccolo esercito di testi quello a cui ha rinunciato la difesa di sette presunti tifosi scalmanati di Santa Caterina. Che sul finire di una burrascosa gara di calcio - che avrebbe coinvolto altri protagonisti in una rissa, non loro sette - si sarebbero resi autori di una invasione di campo. E la Procura, nell’imputare a loro carico il reato ha pure contestato l’aggravante di avere causato la sospensione di una gara calcistica.

Accuse che pendono su Davide Lovetere, Denny La Placa, Calogero Messineo, Alfonso Stella, Giuseppe Lombardi e Mattia Lombardi (difesi dagli avvocati Alberto Fiore e Vincenzo Milazzo) chiamati al cospetto del giudice Giuseppina Figliola.  E ieri la difesa ha rinunciato a una ventina di testimoni, così da snellire sensibilmente l’attività dibattimentale, ma ha confermato di volere l’audizione di altri sei testi. Che dovranno riferire sul movimentatissimo fine gara relativo a una partita di calcio, giocata a Santa Caterina nel marzo di cinque anni fa, che vedeva contrapposte Caterinese e Real Suttano in uno scontro al vertice nel campionato di terza categoria. Ma quel match, sul finire, avrebbe dato vita a una sorta di battaglia. Sia dentro il campo che, poi, con il coinvolgimento di pubblico sceso giù dagli spalti.

ALTRE NOTIZIE SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA OGGI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X