TRIBUNALE

Caltanissetta, raid in una scuola: le impronte lo incastrano

di

CALTANISSETTA. Già nella fase delle indagini le impronte lo avevano inguaiato. Ma ieri, quanto rimarcato dagli esperti della Scientifica sembra appesantire ancor più la posizione del sospetto ladro di dispenser. Che avrebbe fatto irruzione in una scuola per scassinare le gettoniere delle stesse macchinette. Questo lo scenario complessivo contestato al ventiquattrenne Vladimir Ruvolo (difeso dall’avvocato Valentina Fiorenza). È stato chiamato a cospetto del giudice Marco Milazzo per rispondere di furto aggravato. Quello che s’è consumato all’interno dell’ex plesso Geometri, che da tempo ospita l’istituto professionale per i Servizi sociali «Vassallo» di via Cairoli. È lì che un paio di dispenser sono stati forzati. E adesso il titolare della ditta che ha subito i danni, Salvatore Bio (assistito dall’avvocato Torquato Tasso) amministratore della «Cda vending» si è costituito in dibattimento nella veste di parte civile.

ALTRE NOTIZIE SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA OGGI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X