VERSO LE AMMINISTRATIVE

Gela, vicesindaco e assessore si dimettono: è crisi nella giunta comunale

Domattina il sindaco Angelo Fasulo (Pd) ha convocato una conferenza stampa per annuncerà le proprie decisioni. Dovrà stabilire se mantenere per sè le deleghe dei due dimissionari o nominare nuovi assessori

 GELA. Il Pds-Mpa, a Gela,  ritira i suoi assessori dalla giunta comunale di centrosinistra e accende la crisi politico-amministrativa a pochi mesi dalle elezioni di sindaco e consiglio municipale nella città che ha dato i natali al governatore della Sicilia Rosario Crocetta, che è stato due volte sindaco.

Ma dei tre suoi componenti in seno al governo della città, solo due hanno rassegnato le proprie dimissioni: il vice sindaco Fortunato Ferracane e l'assessore alla Polizia municipale Giuseppe D'Aleo; il terzo, Ugo Costa, assessore all'urbanistica, ha deciso di rimanere al proprio posto.

Il massimo esponente del Pds-Mpa gelese, il deputato regionale Giuseppe Federico, ha detto che «l'accordo con il Pd, durato cinque anni, si è concluso. Siamo rimasti leali fino alla fine, anche quando non condividevamo alcune scelte politiche del sindaco. Da questo momento però si cambia rotta, perchè inizia un progetto nuovo e ambizioso per Gela».

Domattina il sindaco Angelo Fasulo (Pd) ha convocato una conferenza stampa per annuncerà le proprie decisioni. Dovrà stabilire se mantenere per sè le deleghe dei due dimissionari o nominare nuovi assessori, in una rosa di nomi dove non intende inserire alcun consigliere comunale.

Su 30 consiglieri, la maggioranza vede insieme il Pd (11), Pds-Mpa 4, Megafono 2, Psi 2, Udc 1.

L'opposizione è composta da due consiglieri di Articolo 4, uno ciascuno di Ncd e Pid, e da 6 indipendenti.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X