Dalla Sicilia a Milano, concerto per i detenuti

In questo video, "It's Ok" dei Carnaby

CALTANISSETTA. La musica come mezzo per esprimere le proprie emozioni e stati d’animo ma anche come occasione per comprenderne i valori e, magari, scoprire un talento nascosto. C’è tutto questo ma molto altro ancora dietro il progetto “Ip Musica: Musica dentro – Musica fuori” promosso  dall’etichetta discografica nissena “Muddy Waters Musica”.

Il nuovo appuntamento  è per domani quando le tre band Marilù (Andrea Amico, Marco Gioè, Salvo Montante), Carnaby (Giuseppe Racalbuto, Pietro Pelonero, Joseph e Vincent Sandonato) e Zafarà (Sergio Zafarana, Peppe Sferrazza e Salvo Montante) suoneranno al carcere Beccaria di Milano. Oggi, lo stesso concerto si terrà al “BQ de Nott” di Milano a partire dalle 22.

Durante tutti i concerti (dentro e fuori dalle carceri) le emozioni e i commenti saranno colti dal video-maker Salvatore Pellegrino che realizzerà un documentario sull’esperienza vissuta. “Non si tratta soltanto di semplici concerti – hanno spiegato i musicisti coinvolti nel progetto - ma anche di “fotografare” momenti in cui i detenuti parleranno del significato che loro attribuiscono alla musica e quali generi ascoltano” A fine progetto saranno realizzate delle musiche e nuovi testi in collaborazione con il produttore e compositore Aldo Giordano.

© Riproduzione riservata

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X