SANITA'

Caltanissetta, morì dopo interventi chirurgici: due medici imputati

CALTANISSETTA. Sul caso della pensionata 71enne morta nell'estate di sei anni fa dopo tre interventi chirurgici la parola passa ai consulenti tecnici. Uno per la difesa, l’altro della procura. Due i medici imputati sul presunto caso di malasanità che coinvolse tra l'aprile 2009 e il luglio successiva Maria Cristina I. I medici, Michele Cammarata e Francesco Scaffidi (assistiti dagli avvocati Sonia Tramontana, Giacomo Butera e Dario Giambarresi) sono stati chiamati a rispondere di omicidio colposo.

A denunciare l'episodio sono stati i familiari della vittima che si sono costituiti parte civile. Mentre l’Azienda sanitaria provinciale (assistita dall’avvocato Giacomo Vitello) è stata citata come responsabile civile. I due consulenti oggi sul pretorio sono l’anatomo patologo Emiliano Maresi, che avrebbe collaborato con i periti della difesa, e un altro anatomo patologo, Giovanni Bartoloni, che ha affiancato gli esperti nominati dalla procura. La donna al centro del caso ritenuto sospetto è deceduta dopo avere subito tre interventi chirugici all'ospedale «Sant'Elia».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X