TRIBUNALE

Incastrato dalle impronte digitali: condannato per un colpo a scuola a Caltanissetta

di

CALTANISSETTA. Lo hanno incastrato le impronte digitali. Che hanno confermato, per il giudice, che l’autore del colpo a scuola è stato lui. Il ventiquattrenne Vladimir Ruvolo (difeso dall’avvocato Edoardo Vagginelli) che un paio di anni fa ha fatto irruzione in un istituto scolastico, il «Vassallo», dove è stato scassinato un distributore automatico di bevande e snack. Da cui è stata arraffata la gettoniera con 700 euro. Il giudice Marco Milazzo lo ha condannato a 6 mesi e 300 euro di multa, oltre al pagamento delle spese processuali che ammontano a 1.800 euro.

Ma in più dovrà anche risarcire la parte civile secondo l’entità che poi stabilirà il giudice civile. Diritto a un indennizzo che è stato riconosciuto a Salvatore Bio (assistito dall’avvocato Torquato Tasso) amministratore della «Cda vending» ditta proprietaria del dispenser forzato e danneggiato. Il pm Rosaria Fiorello aveva chiesto una pena ancor più severa, ovvero 2 anni. È alla notte del 9 aprile di due anni fa che risale il raid all’interno dell’istituto professionale per i Servizi sociali, l’ex Geometri, di via Cairoli. Lì una delle macchinette sistemate lungo i corridoi è stata danneggiata e alleggerita dell’incasso.

Leggi la versione integrale e le altre notizie in edicola o sul giornale digitale CLICCA QUI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X