FORZE DELL'ORDINE

Caso incendi a Gela, rafforzato il controllo del territorio

GELA. Una presenza più costante della polizia municipale, anche nelle ore notturne, e un potenziamento della videosorveglianza nelle strade, sono le  prime decisioni adottate, stamani, nella riunione straordinaria  della giunta comunale, convocata dal sindaco Angelo Fasulo dopo  gli attentati incendiari che hanno distrutto 9 auto, intossicato  5 persone e turbato la città nella notte tra Pasqua e Pasquetta.     Iniziative, queste, che domani alle 11 il sindaco illustrerà  al prefetto, a Caltanissetta, nel corso del tavolo di confronto  del Comitato provinciale per l'ordine pubblico e la sicurezza,  convocato d'urgenza per affrontare l'impennata di attentati  incendiari nel Gelese.   «Chiederemo alla prefettura - ha detto Fasulo - un immediato  rafforzamento dei servizi preventivi ed un immediato incremento  di personale specializzato delle Forze del'Ordine sul  territorio».  Secondo il sindaco «le azioni scellerate di balordi sono un  attacco diretto alla città e per questo è necessario fare fronte  comune per combattere e sconfiggere questo fenomeno criminoso».  Ma mentre la riunione della giunta comunale era in corso, i  vigili del fuoco intervenivano nel quartiere Scavone dove, in  pieno giorno, sconosciuti malviventi avevano incendiato la Fiat  Panda di una casalinga. Il 31 maggio, a Gela, si voterà per  l'elezione del sindaco e del consiglio comunale.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X