PALERMO-CATANIA

Frana sull'A19, ventidue sindaci del Nisseno chiedono lo stato di calamità

Dopo il caso del viadotto Himera: "Siamo al collasso"

CALTANISSETTA. «Dopo il recente cedimento del  viadotto sulla Palermo-Catania, ci ritroviamo ancora una volta ad  assistere indifesi e impotenti di fronte allo stato di abbandono e  decadenza di pezzi interi di territorio, società e risorse che ci  circondano». È quanto si legge in un documento firmato dai 22  sindaci della provincia di Caltanissetta, che chiedono la  proclamazione dello stato di calamità.  «Il crollo del pilone del viadotto Himera sull'autostrada A19 non  è che l'ultimo degli emblemi di un fallimento globale che avvolge  la nostra Regione - continuano -: è il simbolo di quanto la  politica regionale e nazionale abbia sperperato e disperso nel  corso degli anni alle spalle del cittadino, lasciando le comunità  locali e i Sindaci da soli ad affrontare continue emergenze».  «La Sicilia - continuano i primi cittadini - rischia il collasso.  I comuni dell'entroterra soprattutto rischiano il collasso. Le  dichiarazioni del ministro Del Rio che ufficializzano la chiusura  di entrambe le carreggiate dell'autostrada rendono la situazione  gravemente drammatica». Per questo «siamo disposti a qualunque  forma di protesta, a partire dalla richiesta di danni all'Anas,  benchè ci si renda conto che l'effetto è talmente smisurato da  essere incalcolabile». E «chiediamo alle autorità competenti di  stringere sui tempi, di avere certezza degli interventi e che si  proceda senza indugio».

 

© Riproduzione riservata

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X