LA SENTENZA

Muos, il Cga rigetta la sospensiva: resta lo stop ai lavori

di

PALERMO. Il Consiglio di giustizia amministrativa (Cga) di Palermo ha rigettato la sospensiva della sentenza del Tar che il 13 febbraio scorso ha bloccato i lavori del Muos, l'impianto satellitare della Marina militare statunitense in costruzione in contrada Ulmo a Niscemi. La richiesta era stata avanzata dall'Avvocatura dello Stato. L'udienza nel merito era stata già fissata per il prossimo 8 luglio davanti al Cga.

Il ministero della Difesa, attraverso l'Avvocatura dello Stato, aveva presentato ricorso contro il sequestro del Muos, l'impianto di radiotrasmissione satellitare della marina Usa realizzato a Niscemi, in provincia di Caltanissetta. I sigilli alla struttura erano stati posti su disposizione del Gip di Caltagirone che aveva accolto la richiesta del procuratore Giuseppe Verzera.

Per i giudici del Cga il giudizio è talmente complesso e numerose sono le parti che si sono costituite che occorre un approfondito giudizio nel merito. “Le numerose e articolate questioni, di fatto e di diritto, al centro del ricorso – si legge nell’ordinanza - necessitano di un approfondito e sollecito esame nel merito, fissando l'udienza pubblica l'8 luglio 2015. A fronte degli ultimi accertamenti tecnici effettuati nel corso del 2014, l'integrazione delle verifiche disposte nel giudizio di primo grado del Tar, il pregiudizio allegato dalla difesa appellante non appare attuale. Anche nella stessa prospettiva del Ministero, il sequestro preventivo frattanto disposto dal giudice penale — cui è riservata la concreta definizione dei puntuali poteri di conservazione, che spettano al custode, in relazione alla natura del bene in oggetto - rende, allo stato, provvisoriamente non modificabile la situazione”.

© Riproduzione riservata

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X