AMBIENTE

Troppi rifiuti per le strade di Caltanissetta: indaga la Procura

di
Gli investigatori hanno già sequestrato carteggi all'ufficio tecnico e alla polizia municipale e continuano a monitorare con discrezione cinque siti in particolare entrati di diritto in una indagine dagli sviluppi imprevedibili

CALTANISSETTA. Un'altra raffica di proteste parte da quelle zone della città, centro e periferia, dove ormai le cosiddette piccole discariche stanno proliferando in maniera esponenziale. Così numerose da spingere la Procura ad aprire una inchiesta per capire se esistono responsabilità a carico di chi dovrebbe vigilare sulla salute dei cittadini messa a dura prova dalla presenza di rifiuti dietro la porta di casa.

E partono così, dalla Saccara e da contrada Comunelli, nuovi esposti ad una sezione di polizia giudiziaria che si occupa da anni esclusivamente di ambiente e con risultati a dir poco incoraggianti. Gli investigatori hanno già sequestrato carteggi all'ufficio tecnico e alla polizia municipale e continuano a monitorare con discrezione cinque siti in particolare entrati di diritto in una indagine dagli sviluppi imprevedibili. In città i cittadini più esasperati sono senza dubbio quelli di via San Calogero una stradina a ridosso di via Re d'Italia dove nello spiazzo retrostante la scuola media "Capuana" laddove un tempo esisteva una fontanella si accumulano rifiuti di ogni genere.

 

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook