IL CASO

Cimitero di Caltanissetta preda dei ladri malgrado le telecamere

di
I furti si susseguono senza sosta. L’assessore Falci è preoccupato: «La scorsa settimana me ne sono stati segnalati parecchi»

CALTANISSETTA. Ci sono due impianti di videosorveglianza funzionanti all'esterno del cimitero ma le contromisure non scoraggiano certamente i ladri. I furti si susseguono. E lo ammette senza tanti giri di parole l'assessore ai Lavori Pubblici Amedeo Falci per il quale l'ulteriore deterrente potrà earrivare dall'installazione di altri tre impianti stavolta all'interno del camposanto.

«Deciderà la polizia municipale dove collocare gli impianti» ha aggiunto Falci pure lui disgustato da questi episodi ladreschi che hanno trasformato il cimitero in terra di conquista per malintenzionati. «Mi sono stati segnalati parecchi furti avvenuti la scorsa settimana - ha sottolineato l'assessore - ed è stato trafugato ancora una volta materiale in rame e in ferro. Grondaie principalmente. Di questo - ha detto scherzando - finirà che ruberanno pure i cancelli laterali. Episodi che lasciano l'amaro in bocca perchè denotano scarsissimo rispetto per il luogo del ricordo per tutti noi nisseni». I ladri, secondo una prima ricostruzione, sfrutterebbero i varchi lasciati aperti per la realizzazione a valle di una strada al servizio delle migliaia di tombe costruite recentemente da società di mutuo soccorso e Comune.

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X