TRIBUNALE

Nisseno diffamato su internet, sotto accusa c'è il cognato

di

CALTANISSETTA. Sul banco degli imputati è stato chiamato perché sospettato di avere diffamato il cognato. E il mezzo utilizzato sarebbe stato internet. È lo scenario complessivo del procedimento a carico dell' imprenditore Santo M.(difeso dall' avvocato Nuccio Sollami) chiamato al cospetto del giudice Claudio Emanuele Bencivinni. Nella veste di parte civile v' è il cognato, Michele C. (assistito dall' avvocato Giacomo Butera) presidente di un' associazione a carattere didattico artigianale. Ieri lo stesso ha presentato al giudice una memoria con diversi allegati, atto a cui la difesa s' è opposta ma il giudice alla fi ne ha ammesso. Di contro lo stesso giudice è in riserve sulle richieste istruttorie avanzate dall' imputato, ovvero l' audizione di nuovi testimoni.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X