PROCURA DI CALTANISSETTA

Chiesta la confisca dei beni di un imprenditore di Vallelunga

Il patrimonio - sequestrato preventivamente nel gennaio 2013 - comprende due aziende, una agricola ed una edile, dodici terreni situati tra Vallelunga e Polizzi Generosa, due magazzini, un'auto e quattro conti correnti bancar

VALLELUNGA PRATAMENO. La procura di Caltanissetta ha chiesto alla sezione misure di prevenzione del tribunale la confisca del patrimonio dell'imprenditore di Vallelunga Pratameno (Cl) Giovanni Privitera, 59 anni, valutato due milioni di euro. Secondo l'accusa Privitera è un esponente della famiglia mafiosa di Vallelunga e avrebbe messo insieme la sua fortuna grazie ai ricavi provenienti dalle attività illecite compiute per conto di Cosa nostra.

Il patrimonio - sequestrato preventivamente nel gennaio 2013 - comprende due aziende, una agricola ed una edile, dodici terreni situati tra Vallelunga e Polizzi Generosa, due magazzini, un'auto e quattro conti correnti bancari. Dal 2002 Privitera si è aggiudicato ben 65 lavori nel territorio del Comune di Vallelunga. La difesa ha chiesto il dissequestro dei beni e il tribunale ha concesso alle parti quaranta giorni per depositare atti e documenti; i giudici decideranno dopo ulteriori trenta giorni.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X