POLIZIA

"Non sono bici elettriche ma motorini", due denunciati a Gela

A loro carico anche l'accusa di guida senza patente. La prefettura gliela aveva revocata precedentemente, per altri motivi

GELA (CALTANISSETTA). Attenti alle biciclette elettriche a «pedalata assistita», il cui motore deve aiutare il ciclista solo quando pedala, ma deve fermarsi quando cessa di pedalare. Se questi «velocipedi»  dispongono invece di  un acceleratore e di un commutatore che fornisce l'energia elettrica continua, con la funzionalità tipica del ciclomotore, vanno omologati come scooter e dunque immatricolati con targa e assicurati per la responsabilità civile, mentre i conducenti devono disporre di patente e indossare il casco. Lo stabilisce il codice della strada che per i trasgressori prevede multe salate.

Ne sanno qualcosa due gelesi, uno di 26 anni, l'altro di 52 anni, che sono stati denunciati a piede libero dalla polizia perchè «sorpresi alla guida di velocipedi elettrici, i quali senza l'ausilio della pedalata assistita  viaggiavano regolarmente» alla velocità massima raggiungibile per questi veicoli di 20-25 km orari. A loro carico anche l'accusa di guida senza patente. La prefettura gliela aveva revocata precedentemente, per altri motivi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X