TRIBUNALE

Non erano ricettatori, assolti a Caltanissetta: ora denunciata la "parte lesa"

di

CALTANISSETTA. Loro assolti e chi li additava s’è ritrovato da accusatore ad indagato per calunnia.Uno scenario non inusuale, quello che s’è presentato adesso in aula, con due presunti ricettatori ... che ricettatori non erano. È emerso tra le pieghe del pronunciamento emesso dal giudice Alex Costanza nei confronti di Salvatore Cagnina e Salvatore Maira (assistiti dagli avvocati Gianluca Amico e Salvatore Baglio).

Lo stesso giudice che, accogliendo le richieste della difesa, ha assolto i due imputati accusati di avere ricettato un ciclomotore. «Il fatto non sussiste» la motivazione alla base del verdetto che ha riconosciuto estranei alle contestazioni i due imputati. Ma ad ogni azione corrisponde una contro reazione. Così, immediatamente, è stata disposta la trasmissione degli atti alla procura perchè proceda nei confronti della presunta parte lesa.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X