INFRASTRUTTURE

A rischio sicurezza, sequestrato il vecchio pontile di Gela

PALERMO. La procura di Gela ha sequestrato il vecchio pontile sbarcatoio della città per mancanza di sufficienti garanzie di sicurezza. L'ipotesi di reato (ancora a carico di ignoti) è di "omesso intervento in costruzione che minaccia rovina con pericolo alle persone".

La settimana scorsa, un quattordicenne si è infortunato percorrendo il pontile, riaperto come "passeggiata a mare" per gruppi di persone a numero limitato. I genitori avrebbero sporto denuncia.

Parzialmente ristrutturato due anni fa con una spesa di 200 mila euro, il vecchio pontile è stato collegato, tramite un ponte metallico, alla parte iniziale della struttura che molto tempo addietro era stata demolita e parzialmente ricostruita a ridosso della battigia.

Fu inaugurato in pompa magna dal governatore, Rosario Crocetta, che ne annunciò la ripresa dell'attività marinara. Il pontile doveva servire per riattivare gli antichi collegamenti con Malta e Tunisia, offrendo approdo agli aliscafi. La Ustica Lines diede subito la sua disponibilità, ma da allora, nessuna imbarcazione turistica o passeggera ha mai fatto scalo a Gela. Ora il sequestro della struttura, considerata inagibile, per la cui ricostruzione occorrerebbero tre milioni di euro.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X