TRIBUNALE

Finanziarie raggirate nel Nisseno, inchiesta chiusa per otto

di

CALTANISSETTA. Inchiesta chiusa per una rete di sospetti truffatori. Che avrebbero messo nel sacco diverse finanziarie. Consumando una montagna d'imbrogli ai danni delle stesse società di fido - quattro in tutto quelle che sarebbero state raggirate - per un volume d'affari più che ragguardevole. Stimato nell'ordine di poco meno di centosettantamila euro.

Frutto di decine e decine di sospette frodi. E adesso la procura, in particolare il sostituto Luigi Leghissa che ha curato e coordinato le indagini dei carabinieri della compagnia nissena, ha chiuso il dossier.  Quello che in questo troncone, non il solo che ha tratto linfa da un'indagine a più ampio respiro, riguarda il quarantenne Michele Giarratana, il cinquantaseienne Eugenio Amico, la quarantaquattrenne Giuseppina Annatelli, il trentottenne di San Cataldo, Salvatore Faulisi, il quarantaseienne Rosario Guarnaccia, (assistiti dagli avvocati Gianluca Amico, Giuseppe Dacquì, Boris Pastorello, Giacomo Vitello ed Alberto Salpietro , due tunisini il trentaduenne Hamdi Makrem residente ad Agrigento e il trentaquattrenne Moez Abed e, infine, il cinquantunenne palermitano Raffaele Ziino.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X