IL CASO A CALTANISSETTA

Lei è malata di schizofrenia ma lui lo scopre dopo le nozze: niente annullamento

Il marito aveva chiesto che il matrimonio fosse invalidato perchè "viziato da errore sulle qualità del coniuge"

CALTANISSETTA. Il matrimonio civile non si può annullare per motivi medici se già prima delle nozze il coniuge conosceva la malattia dell'altro. Lo ricorda il Tribunale di Caltanissetta (presidente e relatore Calogero Cammarata) in una sentenza del 12 maggio resa nota oggi dal Sole 24 Ore. L'uomo aveva chiesto che il proprio matrimonio fosse dichiarato invalido, sostenendo che il suo consenso era viziato da errore essenziale sulle qualità personali della moglie. Ciò perché solo successivamente al "sì" aveva scoperto che da diversi anni la moglie soffriva di schizofrenia.

Nel respingere la domanda, il Tribunale ricorda che l'impugnazione del matrimonio è valida se un coniuge è affetto da malattia fisica o psichica che impedisce lo svolgimento della vita coniugale. Nel caso esaminato, la patologia era nota prima delle nozze che potevano anche non essere celebrate se il malessere fosse stato riconosciuto così grave dal partner.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X