SANITA'

Protesta a Mazzarino: "L'ospedale non si tocca"

di

MAZZARINO. "Oggi, in questo consiglio comunale, aperto anche alla città, mi sento più forte riguardo la battaglia per dire no alla chiusura del nostro ospedale perché ho il sostegno non solo di tutta la politica locale e dei miei concittadini, ma ho anche il sostegno dei sindaci, dei presidenti del Consiglio e dei rispettivi cittadini dei paesi del comprensorio e cioè di Riesi, Butera, Delia, Sommatino, Barrafranca, Niscemi, una utenza di circa 50 mila abitanti che rivendica il suo diritto alla salute. Non è più tempo di parole è tempo dei fatti, è tempo di alzare il tiro della protesta.

Noi ragioniamo all'antica. Non ci interessano tutte queste sigle Pte, Rsa, ci interessa l'ospedale che deve rimanere aperto e anzi deve essere potenziato. Non si può inaugurare da qui a poco una pista di elisoccorso nella nostra città e poi chiudere una struttura ospedaliera". Ad affermarlo è stato il sindaco Vincenzo Marino nella seduta di Consiglio svoltasi, venerdì pomeriggio, all'aperto, nella strada adiacente il "Santo Stefano", alla presenza dei consiglieri, dei segretari di partito, dei rappresentanti sindacali e dei movimenti, mazzarinesi e dei paesi del comprensorio, assieme a tanta gente comune.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X