LA VERTENZA

Serradifalco, netturbini senza stipendio: scoppia la polemica

di

CALTANISSETTA. I lavoratori dell'Ato ambiente Cl1 sono stanchi di aspettare gli stipendi arretrati e i sindacati chiedono l'intervento del prefetto Maria Teresa Cucinotta. «Per richiamare tutti - chiariscono Michele Ferro (Cgil) e Andrea Morreale (Uil) - al rispetto delle norme. Pur se i destinatari, in questo caso, non sono semplici cittadini, ma i sindaci delle nostre comunità che, al pari dei loro amministrati, sono tenuti a rispettarle. E anche se queste, a volte, mancano di un requisito fondamentale: la sanzione».

Il riferimento dei due sindacalisti è ai sindaci dei 14 comuni che costituiscono la società d'ambito che non avrebbero fatto "quanto di loro competenza per porre rimedio al problema". Secondo Morreale e Ferro, infatti, "nonostante già da tempo sia stato loro comunicato il numero di conto sul quale effettuare i versamenti dovuti, ad oggi solo pochi sindaci, e in maniera parziale, hanno aderito all'invito della Prefettura. Motivo per cui, nella sostanza, nulla è cambiato per i lavoratori dell'Ato. I quali continuano a lavorare senza percepire alcun compenso da mesi e mesi".

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X