LA PROTESTA

Autotrasportatori annunciano scioperi a Gela

A seguito della chiusura della raffineria Eni di Gela e della sua riconversione per la produzione di bio-carburanti, «sta causando il fermo del 60% della categoria e l'esclusione da ogni possibile ricorso agli ammortizzatori sociali»

GELA. Gli autotrasportatori di due consorzi di Gela hanno dichiarato lo stato di agitazione denunciando il mancato rispetto degli accordi sindacali che, a seguito della chiusura della raffineria Eni di Gela e della sua riconversione per la produzione di bio-carburanti, «sta causando il fermo del 60% della categoria e l'esclusione da ogni possibile ricorso agli ammortizzatori sociali».

I consorzi «Autotrasportatori del Golfo» e «Gela Trans» con un comunicato fanno sapere che «nel caso dovesse persistere l'inspiegabile disinteresse» nei loro confronti, attueranno un primo pacchetto di 48 ore di sciopero «ed altre ripetute e tangibili forma di lotta», che potrebbero prevedere i tradizionali presidi con uomini e mezzi agli ingressi della città.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X