IL CASO

Caltanissetta, comune occupato per i ritardi nei cantieri di servizio

di

CALTANISSETTA. Comune blindato dalle forze dell'ordine, polizia carabinieri e vigili urbani, ieri mattina per una protesta improvvisa, ma prevedibile, dei lavoratori utilmente inseriti nella graduatoria dei cantieri di servizio che non decollano. Ieri mattina una folta delegazione di lavoratori ha protestato, occupandolo, al Comune per i ritardi nell'avviamento al lavoro dei soggetti che sono stati inseriti nella graduatoria definitiva già approvata dal Comune. I lavoratori sono stati ricevuti dall'assessore Piero Cavalieri che ha spiegato le ragioni del ritardo dovuti al mancato accredito delle somme da parte della Regione. Si tratta di circa 170 lavoratori che attendo da mesi la istituzione dei cantieri.

La Regione, che finanzia i cantieri, avrebbe già disposto, ma non ancora accreditato, il relativo finanziamento al Comune. Un finanziamento di circa 600 mila euro. Sono complessivamente nove i progetti presentati dall'assessorato Solidarietà Sociale del Comune, che sono stati presentati a suo tempo dall'ex assessore Giuseppe Firrone. I lavoratori saranno impiegati per un periodo di tre mesi. Si tratta di soggetti disoccupati e inoccupati che dovranno prestare la loro attività in ambiti che interesseranno la manutenzione del verde pubblico, la manutenzione della segnaletica stradale, lo spazzamento di vie e piazze e altre piccole opere.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X