POLIZIA

False ricevute delle tasse, cacciatori indagati a Niscemi

Tutti sarebbero indagati per falso ideologico in atto pubblico e truffa ai danni di enti pubblici: non avrebbero pagato le tasse di concessione governativa e regionale e il premio della polizza assicurativa obbligatoria e si sarebbero avvalsi di false ricevute

NISCEMI. Nuovo troncone d'inchiesta su una presunta truffa ai danni dello Stato compiuta da cacciatori che falsificavano le ricevute di pagamento delle  tasse. Nell'ambito di una nuova indagine coordinata dalla Procura di Gela, la Polizia di Niscemi (Cl) sta eseguendo una serie di perquisizioni in casa di cacciatori, alla ricerca di riscontri documentali.

Tutti sarebbero indagati per falso ideologico in atto pubblico e truffa ai danni di enti pubblici: non avrebbero pagato le tasse di concessione governativa e regionale e il  premio della polizza assicurativa obbligatoria e si sarebbero avvalsi di false ricevute. Analoghi accertamenti, andati a  segno, erano stati compiuti lo scorso anno.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X