COMUNE

Nomina del portavoce del sindaco, venti di crisi a Caltanissetta

di
Duro attacco dell’Udc sulla nomina: «Riteniamo sia stata una scelta scellerata ed ingiustificata, in un momento nel quale le priorità sono altre»

CALTANISSETTA. Ormai siamo nel bel mezzo di una terremoto politico. La nomina dell’esperto, Nuccio Molino, che dovrà curare l’immagine del sindaco Giovanni Ruvolo ha messo a soqquadro l’impalcatura della maggioranza che lo sostiene. L’Udc il partito del segretario regionale Gianluca Miccichè che sostiene la maggioranza chiede al sindaco l’immediata revoca in auto tutela della determina di nomina dell’esperto e contestualmente avvia un verifica politica della maggioranza; Forza Italia accusa Ruvolo di avere messo le mani nelle tasche dei nisseni e che il conferimento dell’incarico di esperto oltre che oneroso sarebbe da ritenere inopportuno ed imbarazzante. L’Udc di Gianluca Miccichè tira fuori lo stiletto e incassa con «con grave disappunto la nomina dell’esperto».

«Quella brillante iniziativa – afferma la segreteria cittadina - che ha sottoscritto un documento unitamente al gruppo consiliare – non è stata concertata con i consiglieri Udc, con gli altri gruppi di maggioranza né tanto meno con il nostro assessore con delega alla comunicazione Massimiliano Centorbi. L'accaduto - secondo il gruppo consiliare e la segreteria cittadina dell'Udc - rappresenta un grave atto politico, in un momento storico in cui si stagliano evidenti disagi sociali, dettati da profonda crisi economica e occupazionale, con esasperate manifestazioni da parte di nostri concittadini che versano in stati economici ingenti.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook