IL CASO

Caltanissetta, catturati 54 randagi ma è emergenza abbandoni

di

CALTANISSETTA. Sono 54 i randagi catturati negli ultimi mesi dal servizio comunale accalappiacani. Ma è emergenza abbandoni. Un caso che si verifica principalmente nelle periferie della città e più precisamente in contrada Niscima, a Pian del Lago, vale a dire nelle vicinanze del centro di prima accoglienza per immigrati, alla zona industriale e in via Santo Spirito. Sono al collasso i canili della città così come i rifugi gestiti dalle associazioni animaliste a Caltanissetta e provincia impegnate ad accogliere i cuccioli e i cani di grossa taglia abbandonati.

«Servirebbero più controlli nel territorio da parte dell’amministrazione» - afferma un volontario dell’associazione Lida parlando di un disagio che si verifica soprattutto nel periodo estivo in concomitanza con il Ferragosto. «L’amministrazione comunale – spiega l’assessore alla Protezione civile e tutela degli animali Amedeo Falci - a seguito di numerose segnalazioni di nisseni che denunciavano continue aggressioni da parte dei randagi, ha provveduto a far accalappiare negli ultimi mesi 54 cani attraverso gabbie mobili collocate in alcune vie della città. Si tratta di via Salvo D’Acquisto, via Bissolati e via Pietro Leone la cui presenza canina minacciava la sicurezza degli abitanti».

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X