IL CASO

Mussomeli, tutti uniti per salvare il punto nascita

di

MUSSOMELI. Il mondo del no profit compatto e unito contro la chiusura del Punto nascita dell'ospedale Longo. Lunedì sera in Consiglio comunale rappresentanti delle associazioni e delle confraternite religiose si sono dati appuntamento in aula consiliare per discutere del problema dello spauracchio della serrata del reparto di Ostetricia a causa del numero di parti annui inferiore alla soglia dei 500. L'incontro ha anticipato di 48 ore la seduta consiliare straordinaria di questo pomeriggio. Straordinaria per il fatto che è aperta al pubblico e straordinaria anche per la "location" scelta, il Teatro all'aperto "Genco". Tra gli interventi più significativi quello di Ciccio Amico, tra le anime del Comitato che l'anno passato battagliò duramente sempre contro la paventata chiusura del reparto. «Temo che la lotta dell'anno passato sia stata volutamente interrotta da qualcuno - ha affermato Amico -. Ritengo che sarebbe stato doveroso mantenere il comitato ed un presidio permanente di lotta. In fondo la situazione è stata sempre abbastanza precaria, d'altronde oggi siamo tornati allo stesso punto del gennaio del 2014». Intanto saranno 17, secondo quanto annunciato dal presidente del Consiglio comunale Gero Valenza, i sindaci e amministratori in rappresentanza dei paesi vicini e provenienti da ben tre province: Caltanissetta, Agrigento e Palermo.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X