RAFFINERIA

Eni, un licenziamento a Gela per l’incidente di giugno

di
Un operaio ritenuto responsabile di inadempienze durante il turno di lavoro. Due colleghi, invece, sono stati sospesi

GELA. Due operatori ustionati durante il turno di servizio e, adesso, un loro collega ha tra le mani un provvedimento di licenziamento. E’ ritenuto responsabile di inadempienze durante quel turno di lavoro. I due tecnici di Enimed vennero colpiti da un getto di vapore a causa, probabilmente, del cattivo funzionamento di un manicotto. L’incidente si verificò lo scorso giugno. Dopo le verifiche interne condotte dai funzionari di Enimed, è scattato il provvedimento di licenziamento per uno degli operatori che avrebbero dovuto supervisionare le attività svolte in quella fase. Presunte negligenze che sono costate care. Già nelle scorse settimane, le segreterie provinciali di Filctem, Femca e Uiltec avviarono la cosiddetta procedura di raffreddamento per cercare di venire a capo dell’intera situazione e contestare i provvedimenti emessi dall’azienda. Oltre all’operatore licenziato, altri due dipendenti Enimed ricevettero avvisi di sospensione. Entrambi, però, sono già ritornati in servizio.
L’unico a rischiare veramente di perdere il posto di lavoro è l’operatore destinatario del provvedimento di licenziamento.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X