COMUNE

San Cataldo, stanziati i fondi per la cattura e il ricovero dei randagi

di
comune, san cataldo, Caltanissetta, Cronaca
Comune di San Cataldo

SAN CATALDO. Sono stati impegnati dall’amministrazione comunale di San Cataldo 17.340 euro per il servizio di cattura e ricovero de cani randagi nel territorio comunale. Il servizio è affidato alla ditta «Rifugio Mimiani» di Caltanissetta, ed è finanziato con fondi comunali. Un’ulteriore impegno da parte dell’esecutivo di Palazzo delle Spighe, che ha istituito di recente l’anagrafe canina, visibile sul sito del Comune, dalla quale chiunque può adottare un randagio.

Inoltre il Comune ha rimesso in libertà 4 cani randagi, dopo che sono stati sterilizzati, microchippati ed iscritti all’anagrafe canina come cani sprovvisti di proprietario. I cani che sono stati rimessi sul territorio, in base alle schede di dimissione, presentano buoni condizioni generali di salute, che non pregiudicano la reimmissione nel territorio di provenienza. Si tratta di un tentativo di tamponare il fenomeno del randagismo che negli ultimi anni a San Cataldo è cresciuto in maniera esponenziale. È la terza volta che l’amministrazione libera dei cani, dopo averli sterilizzati: fino ad oggi sono stati liberati circa 20 esemplari.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X