TRIBUNALE

Donna morì in un incidente nel Nisseno, quarto processo per un piazzista

di

CALTANISSETTA. Quarto processo per la morte di una donna vittima d’incidente stradale. L’appello ”bis” interessa l’agente di commercio Mauro Biondo (difeso dall’avvocato Sinuè Curcuraci) chiamato a rispondere di omicidio colposo. Imputazione legata al decesso della farmacista Liù La China in seguito a un incidente che risale al maggio di sette anni fa.
La Cassazione, nell’ottobre dello scorso anno, ha annullato nei confronti dell’imputato la pena a un anno che gli era stata inflitta, nel gennaio 2013, nel primo passaggio dinanzi la corte d’Appello.

Secondo la tesi accusatoria, quella mattina di primavera la Peugeot 206 condotta dall’imputato avrebbe urtato la farmacista che stava attraversando la strada a due passi dalla farmacia di famiglia, in via Redentore. La donna, in quel frangente, teneva in braccio il figlioletto. Anche se l’auto - proveniente da via Redentore e diretta in via San Giovanni Bosco - procedeva a bassa velocità, avrebbe urtato il piede della donna che è finita per terra. E per proteggere il figlioletto, rimasto per buona sorta illeso, avrebbe battuto violentemente il capo sull’asfalto.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X