MALTEMPO

Caltanissetta, scuole aperte durante il nubifragio: è polemica

di ,

CALTANISSETTA. Mezz'ora di pioggia violenta è bastata per mandare in tilt mezza città. Il nubifragio si è abbattuto in un'ora di punta (dalle 8 alle 8,30) quella in cui migliaia di studenti entrano a scuola e a farne le spese sono stati anche i genitori che accompagnavano i figli in classe fra la pioggia torrenziali, scariche elettriche e tuoni. Il maltempo, al di là dei danni che sono stati consistenti, ha però fatto esplodere la polemica legata soprattutto sull'opportunità di tenere aperte le scuole. Da rilevare che i sindaci di cinque capoluoghi isolani di fronte all'allerta meteo lanciato il giorno precedente dalla Protezione civile siciliana, avevano disposto la chiusura dei plessi scolastici. In città, però, non è stato così e ieri diversi dirigenti scolastici non hanno risparmiato accuse al sindaco.

In molti plessi (come alla Don Milani) la luce è mancata seppure per breve tempo, in altri la presenza di studenti era ridotta al minimo e assenze si sono registrate anche fra i docenti. Le lezioni, in molte scuole, sono terminate anzitempo. I dirigenti scolastici hanno temuto che la forza del vento e dell'acqua potesse sradicare alberi come è già accaduto sabato scorso quando in città si era abbattuta una tromba d'aria. Ieri, per fortuna, il maltempo si è manifestato con un temporale di eccezionale intensità anche se breve ma a metà mattinata era tornato a splendere il sole. I danni però ci sono stati ed ancora una volta i vigili del fuoco si stati impegnati ad eliminare potenziali rischi sulle strade del capoluogo per la presenza di alberi pericolanti. Innumerevoli gli interventi: in viale Regione, viale Trieste, Santo Spirito, contrada Sant'Elia, via Balate, Santa Flavia (nelle vicinanze della scuola elementare), contrada Bulgarella. Tegole sono volate da edifici di via Messina e via San Giovanni Bosco. Le cooperture di tombini sono infine saltate in via Kennedy, via De Gasperi e via Leone Tredicesimo. Chiusa al transito per qualche ora la statale 189 Agrigento-Palermo. In territorio di Campofranco rami di alberi trascinati dall'acqua hanno ostruito l'acceso alla galleria "Passo Fonduto".

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X