TELEFONIA MOBILE

Spunta un’altra antenna, protesta a Serradifalco

di
Avviata anche una raccolta firme contro il traliccio alto trenta metri. Nella lettera chiedono che venga realizzata lontano dalle loro abitazioni

SERRADIFALCO. Un'assemblea dei condomini della zona, per decidere le eventuali azioni legali da intraprendere. Una lettera aperta ai serradifalchesi per sensibilizzarli al problema da loro vissuto. L'avvio di una raccolta firme per revocarne l'autorizzazione. Si concreta la protesta di molti residenti nella tratto finale di via Crucillà, contro la realizzazione di una «stazione radio base per telefonia cellulare» da parte di una compagnia di telefonia mobile in un terreno privato nell'immediata periferica di Seradifalco, ma con alta densità abitativa per la presenza di numerosi palazzi condominiali.

Il progetto prevede l'installazione di un traliccio altro trenta metri, nella cui sommità andrebbe montata un'antenna. L'assemblea dei condomini è in programma per domani sera. In quella sede saranno decise le eventuali azioni da legare da intraprendere. Che, però - per stessa ammissione di alcuni tra coloro che hanno indetto la riunione -, non sembrano potere sortire l'effetto da loro desiderato, in quanto la pratica avrebbe seguito l'intero iter burocratico previsto e avrebbe tutti i visti necessari.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X