COMUNE

Niscemi, intimidazione all'assessore: la città si mobilita

di

NISCEMI. La parte sana di Niscemi reagisce contro la serie di intimidazioni messa a segno ai danni di quattro componenti della giunta municipale.  L'ultimo atto inquietante si è verificato alle 23 di martedì scorso, quando qualcuno, protetto dal buio della notte, ha scaricato 10 colpi di pistola contro l'auto dell'assessore all'igiene e ai servizi cimiteriali Giuseppe Giugno.

Un proiettile è penetrato addirittura dentro l'abitazione dell'amministratore comunale, gettando nella paura l'intera famigliola (moglie e due figli in tenera età). La madre dell'assessore è stata colta da malore e accompagnata all'ospedale, dove è stata curata dai medici del pronto soccorso da uno stato di grave apprensione.

Altri messaggi intimidatori erano arrivati a Giugno e agli altri colleghi assessori nei mesi scorsi: Giugno aveva subito per due volte in questo mese il tentativo di furto nella sua abitazione; il sindaco Francesco La Rosa in estate aveva avuto due cani avvelenati; al suo vice Rosario Meli era stata danneggia la Mercedes; all'assessore Carlo Attardi era stato fatta trovare una bottiglia con liquido infiammabile davanti alla sua abitazione.

Tutti episodi oscuri e inquietanti su cui stanno indagando il commissariato di polizia diretto da Andrea Monaco e la Caserma dei carabinieri. Intanto, l'associazione Fai-Antiracket «Ninetta Burgio», presieduta dall'imprenditore Giuseppe Reina, esprime piena e incondizionata solidarietà all'assessore Giugno, per gli incresciosi e vili gesti subiti in quest'ultimi giorni, invitandolo a non scoraggiarsi e a continuare il suo impegno amministrativo con la Giunta Comunale.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X