POLIZIA

Minaccia la figlia perchè "troppo occidentale", denunciato a Gela

Sequestrati sei coltelli e un centinaio di cartucce per pistole calibro 7,65 e calibro 22

GELA. Un tunisino di 49 anni, da tempo residente a Gela, è stato denunciato dalla polizia con l'accusa di minacce aggravate e detenzione abusiva di sei coltelli e di un centinaio di cartucce per pistole calibro 7,65 e calibro 22.

Gli agenti del commissariato li hanno sequestrati durante una perquisizione nella casa dell'indagato, dove erano intervenuti su richiesta della giovane figlia (nata in Italia) che ha detto di essere era stata minacciata dal padre per il suo comportamento ritenuto «troppo occidentale».

Nei giorni scorsi a Mazara del Vallo, in provincia di Trapani, un uomo di 45 anni è stato arrestato dalla polizia per violenza sessuale aggravata e continuata nei confronti della figlia minorenne.

L'uomo, che è ai domiciliari in esecuzione di una ordinanza emessa dal gip di Marsala, avrebbe violentato per anni la figlia, sin da quando aveva 11 anni. E' stata la vittima nel 2014 a denunciare il genitore agli agenti del Commissariato mazarese raccontando che l'uomo la minacciava per farla tacere sui rapporti sessuali.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X