ARTE

Catania, il Municipio mette in mostra i suoi "gioielli"

di

CATANIA. L’«Aurora» della settimana che precede la ricorrenza di sant’Agata è plumbea. Il sole gioca a scacchi con le nuvole. Anzi no. I catanesi sono costretti a uscire dagli armadi cappelli, guanti e soprattutto impermeabili. Solo nel pomeriggio la decisa schiarita.

In piazza Duomo una «campagnola» di «Città Sicure» della Fanteria «Aosta» dell’Esercito ricorda la minaccia dell’Isis all’Occidente, mentre le associazioni agatine dalla Basilica Collegiata in processione raggiungono la Cattedrale per celebrare il loro giubileo della Misericordia. Le candelore, ma non tutte, seguono il percorso tradizionale sotto la pioggia insistente, ma non violenta. Dietro le bande e i «fedelissimi» sotto gli ombrelli. I musicisti non hanno tanta voglia di suonare. Poi le condizioni meteo cambiano e... «fiato alle trombe».

Il portone di Palazzo degli Elefanti si apre ai visitatori per mostrare i propri millenari gioielli d’arte. In attesa dell’arrivo dei musicisti dell’Orchestra d’archi Catanese, diretta dal maestro Fabio Raciti, le stanze del palazzo di città vengono inondate di musica classica. Intorno alle 10, tutto è pronto per il tour, organizzato dall’assessorato comunale alla Cultura. «

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X