CALTANISSETTA

Maxi inchiesta su appalti del cimitero, scarcerati 3 comunali e un imprenditore

di

CALTANISSETTA. Colpo di spugna alle ordinanze di custodia cautelare e tutti liberi. La decisione del tribunale del riesame è arrivata ieri mattina, dopo tre giorni di riflessione, rimettendo in libertà dirigenti e funzionari comunali e un imprenditore coinvolti nella maxi inchiesta di carabinieri e guardia di finanza ribattezzata «Perla nera». Incentra su un presunto scandalo degli appalti e della gestione dei loculi cimiteriali.

Il «Riesame» presieduto da Mario Amato ha annullato le ordinanze a carico dell’ex dirigente dell’Ufficio tecnico comunale Armando Amico (assistito dall'avvocato Michele Micalizzi), del funzionario dello stesso settore Giorgio Salamanca (assistito dall'avvocato Alberto Fiore), del funzionario del Comune di San Cataldo, Daniele Silvio Baglio e dell'imprenditore sancataldese Salvatore Ficarra (entrambi assistiti dagli avvocati Francesco e Giuseppe Panepinto).

Erano agli arresti domiciliari dalla notte del 13 aprile scorso e dai ieri mattina sono tornato uomini liberi. Un distinguo per il solo Salamanca, nei confronti del quale è arrivato l’annullamento per alcuni capi d’imputazione - non per altri - e nei suoi confronti lo stesso tribunale ha disposto la misura dell’interdizione dai pubblici uffici per la durata di un anno. Ma pure lui, come gli altri tre ricorrenti, ha ottenuto la scarcerazione.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X